Buy & Sell Market screen Goodmorning Piazza Affari ETF DRA e-Learning Segnali Futures Didattica Corsi Dati Finanziari Personal Advisor Certificati Azionari d'epoca
Sponsor
Sponsor
Sponsor

Quotazioni
News Finanziarie

 

Il tempo del pinguino

Un titolo tra le SMALL CAP che certamente ha sofferto molto nell’ultimo periodo la debolezza del dollaro è DE’ LONGHI (DLG). Dopo aver effettuato un movimento rialzista improvviso a fine ottobre (su aspettative terzo trimestre) ed essere poi rientrato sul punto di partenza nel giro di qualche giorno, si è progressivamente indebolita all’interno di una fase distributiva ed ha perso l’importante resistenza statica a 3,58 a metà dicembre, per proiettarsi rapidamente in area 3,10 dove ha formato un doppio minimo di breve.

La concomitanza di notizie positive per quel che riguarda la ripresa del dollaro provenienti da oltreoceano, ha costituito il motivo trainante della ripresa nelle ultime 3 sedute.

La seduta odierna si è chiusa con una candela “hanging man” che potrebbe anche portare alla formazione di un “evening star” (necessaria conferma nella seduta di domani). Un tale movimento, favorito dalla resistenza offerta da EMA-25 e dalla trend discendente del canale ribassista condurrebbe i prezzi con buona probabilità al di sotto di quota 3,10.

Viceversa, in caso di fallimento dell’”evening star”, i prezzi si dirigerebbero verso il target del doppio minimo, a quota 3,77 euro, testando prima 3,46 (che dovrebbe opporre scarsa resistenza) e poi 3,58 (che invece potrebbe anche bloccare per un po’ la risalita dei prezzi)

Lo stocastico ha dato un forte segnale rialzista nelle ultime sedute e RSI sta costruendo una divergenza positiva. Le bande di Bollinger accennano a divergere, il chè indicherebbe un rapido movimento imminente, nella direzione opposta dell’ultima banda toccata (quindi in questo caso confermerebbe l’UP).

Sarà importante monitorare l’arrivo dei volumi necessari per sostenere una reazione dei prezzi.

Cave
Staff